proloconantologo

facebook
instagram
phone
whatsapp

Informativa sulla Privacy

© 2021 Pro Loco Nanto (APS - Unpli)
Piazza Del Simposio n.3, 36024 - Nanto (VI)
P.IVA 00871170247

​Informativa sui Cookie

Storia di Nanto

a cura di Arch. Bernardo Dominidiato

Socio e collaboratore della Pro Loco Nanto

CAPITOLO 6 - DA ROMA ALL' ALTO MEDIOEVO

 

(PARTE 2)

I FRANCHI

 

Abbiamo accennato, nel capitolo precedente, alla dominazione Longobarda in Italia.

Questa durò fino all’anno 774 con la sconfitta del re longobardo Desidero ad opera di Carlo Magno re dei Franchi.

I longobardi avevano la “colpa” di non aver ceduto al Papa delle terre promesse in Romagna, così che il Papa chiese l’aiuto del cattolicissimo Carlo Magno il quale sconfisse Desiderio, ultimo sovrano longobardo.

Con la dominazione franca si crearono i Ducati, le Contee, le Marche e Le Corti.

Il territorio, poi, era suddiviso in "Pagi" cioè i vari distretti di campagna e in questi c’erano i vari Vici o Ville,  cioè i villaggi come noi li conosciamo.

 

1.jpeg

 

TERRITORI DOMINATI DAI FRANCHI

scrittura pre romana nanto storia Nanto COLLI Berici Pieve Pro Loco Tartufo Scorzone

LA “CURTIS” DI BARBARANO

Da questa nuova situazione ebbe beneficio la Chiesa che con i suoi Vescovi controllava e amministrava territori molto vasti.

Tra questi la “Curtis” o Corte di Barbarano.

Questa Corte fu donata al Vescovo di Vicenza dai re Ugo e Lotario di Provenza tra il 926 e il 945.

Il territorio si estendeva da “a valle Granconae usque ad fossa Luganam et fine Nanti usque i Valo”

Cioè da Grancona al corso della Liona e da Nanto fino a Vò Euganeo; un territori molto vasto.

I vescovi concedevano i vari fondi sia a Monasteri che a privati, con l’obbligo di rendere le terre, per lo più boscose o acquitrinose, fertili, di modo che poi il Vescovo poi richiedeva la “decima” sui raccolti.

Appare chiaro dalla testimonianza su citata che Nanto faceva parte del territorio della Curtis di Barbarano e in particolar modo la Chiesa di Nanto era soggetta alla Pieve di Santa Maria di Barbarano. (Nel territorio esistevano solo le Pievi di Noventa, di Barbarano e di Costozza)

Nanto COLLI Berici Pieve Pro Loco Tartufo Scorzone

A NANTO: CHIESA O PIEVE?

 

Sento doveroso chiarire qui un punto molto importante riguardante la Vecchia Chiesa di santa Maria, Parrocchiale di Nanto: Chiesa o Pieve?

 

PIEVE: Significato e Funzioni

 

Attorno al X secolo cominciò l'utilizzazione del termine "Pieve" con significato di "centro di una circoscrizione ecclesiastica", con a capo il Pievano.

 

Alla Pieve facevano spesso riferimento villaggi (o "ville") circonvicini, dotati anche di propria Chiesa (cappella) e Cappellano Curato (Sacerdote vicario officiante), comunque soggetto al Pievano.

 

Ora abbiamo visto che la Chiesa di Nanto era soggetta alla Pieve di Barbarano e da questa dipendeva.

Inoltre per essere una Pieve questa doveva avere nella sua circoscrizioni altre Chiese che da essa dipendevano.

 

La Chiesa di Nanto aveva una circoscrizione con altre Chiese a lei soggette?

Propriamente no. Pertanto non poteva essere Pieve e no lo sarebbe mai stata.

 

Nella Diocesi medievale di Vicenza, andando da ovest verso est, si trovavano le Pieve di San Bonifacio, la Pieve di Noventa, la Pieve di Barbarano e la Pieve di San Mauro a Costozza.

 

Esiste un documento del 1281 riferito all’antica CHIESA di Santa Maria a Nanto, con la descrizione di alcuni beni posseduti dal Monastero di Ognissanti, che recita testualmente. “ ….una pecia terre in Marantesego, apud viam latere, apud gerardum di Franco, apud viam a capite, apud Ecclesie Sancte Mariae…”

Allora perché nel 1281 non si dice “apud  Pieve Sancte Mariae…”?

Semplicemente perché la Chiesa di Nanto NON LO ERA!

 

La Vecchia Parrocchiale di Nanto era ed è UNA CHIESA. Soggetta alla Pieve di Barbarano.

 

Infatti a memoria d’uomo, a Nanto, non si è mai identificata questa costruzione come una Pieve, ma come la CHIESA di Nanto, divenuta nel linguaggio popolare “la Cesa Vecia” dopo il 1897 anno in cui fu edificata la nuova Parrocchiale a Nanto, dove prima sorgeva una Cappella Dedicata a San Paolo.

 

Quando iniziò a chiamarsi Pieve?

Attorno ai primi anni 2000 in occasione del restauro integrale.

E’ sembrato opportuno, a qualcuno, di chiamarla Antica Pieve di Nanto, forse per dare più lustro alla costruzione e al territorio, ma questo non è storicamente accettabile.

Ciò non toglie, comunque che l’edificio sia Storico e di Pregio, per cui il prossimo capitolo lo dedicheremo interamente alla Chiesa Vecchia di Nanto.

 

 

NOTA: Tutte le immagini presenti sul seguente articolo sono state prelevate dal motore di ricerca Google e sono state aggiunge per puro scopo informativo. Vi preghiamo di contattarci a privacy@proloconanto.it se reputate che alcune immagini non possano essere usate. In tal caso provvederemo immediatamente alla rimozione.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder